Coaching e management

14 12 2009

Finalmente è arrivato il certificato (era febbraio del 2008) della International Coaching Federation … e dunque posso parlarne e praticare “con la patente”. Un consulente che è anche coach, sembra quasi un ossimoro!

Voglio partire raccontando brevemente com’ è che sono diventata un coach e l’essenza di ciò che ho imparato.

Una sera ero in ufficio a conversare con un consulente che incontravo per la prima volta e che mi diceva che, dopo anni gloriosi trascorsi come direttore del personale nelle principali aziende italiane (luogo in cui è tornato e la cosa è accaduta durante il percorso di coaching!!!), intendeva fare un percorso per diventare coach professionale.

A quel tempo io non avevo affatto idea di che cosa significasse essere un coach (neanche vagamente, anzi, pensavo proprio il contrario), lui quanto basta per ispirarmi e farmi decidere che avrei fatto la stessa cosa. Durante il percorso -durato quasi 1 anno- e, successivamente, nel corso della pratica, ho imparato quanto il coaching cambia soprattutto te stesso (cioè il coach), il tuo modo di ascoltare, di liberarti di pregiudizi e soluzioni preconfezionate … quando riesci ad essere davvero così sai che stai facendo davvero bene il tuo mestiere di coach… che all’altro sei davvero utile.

Guardando a posteriori la prima volta che sono stata davvero efficace è stato quando ho appoggiato la penna sul foglio e ho smesso di prendere appunti, senza paura di perdere il filo del discorso….

Sono contenta di essermi ritrovata in un percorso formativo non troppo psicologistico…spesso gli psicologi, come i consulenti, si preoccupano eccessivamente del perchè, del passato e non abbastanza del futuro…

Concludendo per oggi vorrei chiarire che secondo me fare il COACH non significa nè fare il consulente che dà consigli, nè fare il mentore che trasferisce conoscenze. il Coaching è un insieme di tecniche ed un processo finalizzato a fare in modo che un’altra persona o un gruppo (team coaching) trovino la strada in modo ragionevolmente efficiente per agire, per costruire un nuovo futuro, per modificare dei comportamenti, per esprimere al meglio le proprie potenzialità.

e.


Azioni

Information

2 responses

4 09 2010
maddalena gallina

Dire che la psicologia si occupa piu’ del passato, fa pensare ad una scarsa conoscenza della materia.
La psicologia è una scienza che studia la mente e lo fa attraverso metodi validati.
Per quanto riguarda invece le terapie psicologiche molte di queste si basano sull’aiutare un individuo a conoscere meglio sè stesso ed finalizzato allo stare meglio grazie ad una maggiore consapevolezza, per essere più quindi
efficace qui ed ora. Il futuro è quindi una conseguenza dell’aver gettato delle solide basi.
Per quanto riguarda invece i corsi aziendali tipo “Problem solving” ecc., secondo me dovrebbero essere gestiiti da professionisti come gli psicologi, perchè troppo spesso chiunque si improvvisa tale, senza avere un’adeguata preparazione. Mi riferisco soprattutto alla figura dell’orientatore (sia in ambito scoloastico che in ambito di reinserimento lavorativo).
Come nel caso in cui la psicologia viene spesso confusa dal senso comune con la psicoanalisi (che studia molto l’individo nello stadio infantile con ripercussioni sula vita adulta) anche l’orientatore viene visto banalmente come quello che da’ consigli.
Speriamo di fare un po’ piu’ di luce per il bene di tutti, un saluto Maddalena

19 09 2010
etere63

Gentile Maddalena,
innanzitutto grazie per il suo commento. Come avrà notato leggendo il mio post, non ho escluso l’utilità della psicologia o psicanalisi, in realtà non ho affatto argomentato sulla faccenda. Ho parlato di approccio “psicologistico” avendo a riferimento un approccio legato allo psicologismo ( Nel l. della critica lett.,Sabatini Coletti) “tendenza di un autore o di un critico a dare forte rilievo all’elemento psicologico” con il rischio di diventare totalizzante.
Il suo intervento è un apprezzabile saggio di una appassionate ed esperta psicologa alla quale mi permetto solo di suggerire di non esasperare le possibilità della sua splendida disciplina.
Nel caso in cui lei faccia pratica della professione di coach, la invito a condividere approcci e metodi per migliorarne l’efficacia.
Cordialità

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: